Roma, Monchi: Dobbiamo stare zitti e lavorare di più

Roma, Monchi: Dobbiamo stare zitti e lavorare di più

Il direttore sportivo della Roma Monchi ha fatto il punto sul momento che stanno vivendo la squadra e la società a margine della presentazione del nuovo acquisto giallorosso Jonathan Silva. “Dobbiamo stare zitti e lavorare di più, – ha detto il ds – adesso è il momento del silenzio, dobbiamo mettere dentro tutto quello che abbiamo, capendo che i tifosi sono arrabbiati. Dobbiamo tutti assumerci le nostre responsabilità, io per primo non cerco alibi”.

Sulla cessione di Emerson afferma: “Abbiamo ceduto un giocatore che aveva giocato solo una partita. Non dimentichiamo l’aspetto economico, altrimenti prenderemmo tutti campioni del mondo”. Conclude sulle responsabilità: “ Abbiamo fatto quello che dovevamo fare, potevamo fare meglio, ma la linea era questa. Nessuno è contento del quinto posto, non dobbiamo cercare responsabilità ma delle soluzioni. Il primo responsabile sono io che ho costruito la squadra e prendo decisioni. Anche tecnico e calciatori possono migliorare, sono convinto al 100% che tutti dobbiamo crescere a livello individuale, ma la responsabilità massima è la mia”.

Articolo di: Massimiliano Palombella



Stiamo inviando il tuo commento.

Lascia un commento